lunedì 25 aprile 2011

Lacio Drom Vik



Credo di aver compreso, davvero, soltanto ora

cosa sia un partigiano.
Vittorio lo è stato.
Con il suo essere schierato, militante, assoluto 

a volte intransigente.
Il coraggio della coerenza.
Sognare credere e agire di conseguenza.
Aver paura, ma andare avanti.
"Non era un martire, nè un eroe", ha detto sua madre.
"Solo un ragazzo
che ha voluto riaffermare con una vita speciale
che i diritti umani vanno sempre rispettati e difesi".
Un grande Essere Umano
morto per ricordarci
di Restare Umani.



PS. Credo che la vignetta con
Handala gli sarebbe proprio piaciuta.

Nessun commento: